domenica 1 ottobre 2017

Federica Pellegrini: "La mia vittoria ha il sapore della pace"

Federica Pellegrini racconta a Verissimo l'orgoglio di tornare a vincere ai mondiali di Budapest. "Ero stufa di giocarmela per pochi metri, l'anno scorso è stato un dolore immenso. Per questo mi sono rinchiusa per pensare solo al nuoto. E ci sono riuscita". 



L'atleta azzurra, appena rientrata dalle vacanze a Formentera ha poi aggiunto: "Vincere nei 200 metri per me è stato come tornare a casa.  Ora posso dire di essere in pace con me stessa, ed è una delle poche volte nella mia vita. Dopo la vittoria io e la mia famiglia non avevano ancora realizzato la grandiosità dell'impresa".
La Pellegrini poi si commuove nel ricordare il suo allenatore storico Alberto Castagnetti, a cui dedica la canzone "Destinazione Paradiso". Tra dieci anni Federica si vede mamma e dice: "Dopo il nuoto ci sono tante opportunità, sarei molto cattiva come allenatrice quindi non so se avrei molti allievi. Per come mi sento adesso è ancora presto per dire addio al nuoto, il mio obiettivo è andare a Tokyo. Come ci arrivo poi non si sa. Nel 2020 avrò 32 anni e diciamo che nel nuoto non è un'età facile, per adesso sono integra e poi vedremo cosa sarà tra 3 anni. La campionessa italiana ha poi raccontato dell'incontro con il Papa: "Mi ha benedetto anche Papa Francesco, è stato un incontro emozionante, ha dato la mano a tutta la nazionale di nuoto e ci siamo fatti anche qualche selfie".

Post più popolari